Halloween: le cinque cose che non possono mancare a tavola.

Ebbene si, anche quest’anno la festa di Halloween sta arrivando! E voi siete pronti?

Organizzare Halloween comodamente a casa.

Volenti o nolenti, tutti festeggiamo Halloween, e allora, se non avete voglia di gironzolare al freddo  ma volete rendere onore a questa ricorrenza, perché non pensate ad organizzare una cenetta di Halloween comodamente a casa vostra? Non sapete come fare? Nessun problema, vi diamo noi qualche consiglio per una cena tra amici spaventosamente perfetta. Aprite bene le orecchie e aguzzate la vista: ecco le cinque cose che non possono mancare sulle vostre tavole la notte di Halloween. Il primo consiglio è talmente scontato che lo teniamo fuori dall’elenco, è la condizione prima e ultima per una tavola ad hoc: i colori. Qualsiasi cosa abbiate in mente per la vostra tavola, la presenza del nero, e dell’arancione è una componente fondamentale e imprescindibile per essere considerati dei veri seguaci della festa di Halloween.

I particolari della tavola di Halloween

La tovaglia arancione:

Nemmeno a dirlo, la mise en place è la base fondamentale per ricreare l’atmosfera di Halloween. Una tavola deliziosa e accurata è quello che ci vuole per una serata all’insegna dell’allegria e del divertimento. Noi la nostra mise en place ideale l’abbiamo pensata così, con una tovaglia di cotone di un bell’Arancione acceso e luminoso.

Tovaglia-arancione-per-la-cena-di-halloween
Cena di Halloween con tovaglia arancione

I piatti colorati ad Halloween

Non importa che materiale sceglierete per i vostri piatti, l’importante è che siano colorati; noi vi consigliamo un piatto piano Quadro Black della linea Quadro (nero, ovviamente) e un bel piatto fondo (potete sceglierlo anche viola).

I bicchieri nella tavola di Halloween

Per festeggiare e brindare in compagnia; noi vi consigliamo per l’acqua  il bicchiere Cubic in vetro color Arancione e per il vino bicchieri  con stelo Splendor Noir, per un mix di colori e forme.  

Tovaglioli e posate

Importantissimi per la riuscita della mise en place: abbinate bene i colori di questi due elementi e farete centro! Noi consigliamo tovaglioli di cotone viola e le posate Brio di EME Posaterie color Arancio. Un ottima alternativa sono le posate Acqua di Eme posaterie, in versione nera.

posate-aria-nere-eme-posaterie-piatti-neri
Piatti neri Quadro Black e posate nere Aria di Eme posaterie

Le decorazioni di Halloween

Diteci quello che volete, ma se non decorerete il vostro tavolo non sarà una vera cena di Halloween. Potete sbizzarrirvi con ciò che desiderate, ma secondo noi non possono mancare: teschi come segnaposto (o la zucca intagliata con la candela accesa al suo interno), per una vera atmosfera tetra, un numero considerevole di ragnetti, naturalmente finti, magari con ragnatela al seguito sparsi per tutta la tavola, il sacchetto con i dolcetti pronto all’uso per i mostri che si presenteranno alla vostra porta, delle candele a stelo di colore nero (con candelabro) e ultimi, ma non per importanza, vari biscottini dalle macabre forme.

Candelabro-nero-in-vetro-per-la-cena-di-halloween-dress-my-table
Candelabro nero in vetro

Non fatevi trovare impreparati al vostro incontro annuale con il terrore.

Buona festa di Halloween a tutti!

 


Condividici su:
facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedintumblrmail

Come apparecchiare la tavola per un aperitivo.

Pochi accorgimenti per allestire un aperitivo.

L’aperitivo è un rituale ormai consolidato per dare il benvenuto agli ospiti e conversare con loro prima del pasto (pranzo, cena o buffet).  Aldilà che si organizzi a casa o in un locale diverso, è necessario non sbagliare questa fase perché gli ospiti necessitano di  vedere soddisfatte le loro aspettative e il loro colpo d’occhio.Dress My TAble - Apparecchiare la tavola per un aperitivo

Apparecchiare nei tavoli tondi o quadrati.

Se siamo a casa  la scelta ricade inevitabilmente su quello che abbiamo a disposizione. I tavoli quadrati o rettangolari sono  perfetti per essere accostati ai lati della stanza e non al centro che viene  comunque dedicato a tavoli tondi che richiedono molto più spazio.

La scelta della tovaglia per apparecchiare la tavola per un aperitivo.

Bisogna focalizzarci sul tipo di occasione per la quale stiamo organizzando. Se si tratta di una occasione speciale un po’ di eleganza non guasta, quindi tovaglia chiara o comunque sui toni neutri. Se invece l’occasione è particolarmente informale possiamo anche optare per tovaglie colorate anche con disegni floreali queste sono perfette per un aperitivo all’aperto o in veranda. E’ necessario che le tovaglie nelle diverse postazioni siano tute uguali o comunque legate da toni e colori simili tra loro (abbinate).

Scelta e disposizione degli aperitivi.

Così come per la scelta delle tovaglie (la cui scelta è legata al tipo di evento che stiamo organizzando) dobbiamo anche scegliere cosa vogliamo offrire agli ospiti. Questi sono alcuni degli aperitivi da proporre:

  • prosecco (ogni regione d’italia ha il suo);
  • spumantino brut o dolce;
  • soft drink con soda o ghiaccio;
  • drink alla frutta analcolici.

Non è necessario proporli tutti insieme, bisogna comunque offrire delle alternative diverse fra loro per accontentare i diversi palati degli uomini e delle donne (da non dimenticare mai!).

Tavola apparecchiata con i bicchieri per l’aperitivo.

Dobbiamo  dedicare una zona ai bicchieri e ai flute (non necessariamente capovolti) con tovaglioli  disponibili  in diverse zone dei tavoli. Se vogliamo proporre qualche prosecco o vino frizzante, devono essere sempre freschi e non dobbiamo dimenticare di  metterli nel secchiello con il ghiaccio. Deve essere sempre presente un tovagliolo al fine di evitare colature sulla tovaglia e sugli ospiti. Il tavolo dove posizionare bicchieri e bottiglie deve essere raggiungibile perfettamente da tutti i punti della stanza o della sala: gli ospiti  sceglieranno se servirsi da soli o se il padrone di casa dovrà scegliere di offrire qualcosa, qualora l’ospite  possa sembrare non ancora a suo agio.

Apparecchiare la tavola per un aperitivo, insieme agli stuzzichini.

Servono per fermare, in attesa della cena, qualche cenno di fame da parte degli ospiti. Gli stuzzichini non devono sostituire la cena. Possono essere sufficienti solo alcuni vassoi e qualche antipastiera dedicata ai finger food. Il formaggio tagliato a tocchetti e servito in taglieri di verrà preso con le mani. Dovete fare attenzione a non sceglierlo troppo piccante perché influenzerebbe fortemente il palato  penalizzando il pasto che seguirà. Inoltre potete servire nei tavoli piccole porzioni monodose in cucchiai di ceramica facili da prendere e molto carini nella presentazione. Ricordarsi un must per accompagnare l’aperitivo: salatini e olive da preparare in qualche antipastiera in ceramica o in vetro.Dress My Table - Apparecchiare la tavola per un aperitivo

Quando si apparecchia la tavola per un aperitivo le posate non devono essere presenti, perché tutto deve essere gestito in piedi e con grande facilità. Solo alcuni cucchiai o forchettine nelle antipastiere qualora sia necessario. Il set completo delle posate lo troveremo nella fase successiva del pranzo o della cena.

 

 

 

 

 


Condividici su:
facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedintumblrmail

10 idee per decorare la tavola a Pasqua

Decorazioni particolari per una tavola d’effetto.

Preparare la tavola con decorazioni pasquali è sempre un modo per festeggiare in maniera diversa un’occasione speciale, da condividere in famiglia e con gli amici. Per questo si cercano sempre decorazioni per la tavola di Pasqua che siano d’effetto. Con un impegno minimo e un pò di manualità i nostri suggerimenti possono prendere forma nella vostra tavola di Pasqua.

  1. Posti tavola con piccole uova.

    Preparate i posti tavola con piatti e posate. Preferite i colori chiari per i piatti più classici e abbinate posate decorate. Questo è un abbinamento sul quale potete lavorare ed è sicuramente d’effetto. Decorate uova finte in polistirolo e plastica, dipingetele con colori e decorazioni foglia oro. Basta solo un pò di fantasia. Non può mancare un fiocchetto in raso lucido che potete scegliere a piacimento (anche se vi consigliamo il celeste chiaro, l’argento e l’avorio lucido!) Non è necessario farle tutte uguali anche se l’effetto delle decorazioni pasquali tutte uguali è sempre preferito.pasqua (1)

  2. Centro tavola.

    Le uova non possono mancare in un centrotavola pasquale, meglio se impreziosite con piccoli decori a mano libera e qualche fiore di stagione. Ma in mancanza d’altro potete trovare le uova di cioccolato! Raccogliete tutto e sistemate in un vaso basso trasparente. Queste decorazioni pasquali a tavola rendono molto di più se ripetute in almeno 2 punti in modo tale che tutti gli ospiti possano apprezzarle.pasqua (2)

  3. Coniglietto e fiori.

    Preparare i tovaglioli  con il classico coniglietto non è semplicissimo perché richiede un minimo di manualità, ma fra le decorazioni a tavola è quella che tutti possiamo fare senza uscire di casa. Fissate bene il tovagliolo con un cordoncino il coniglietto non perderà la sua forma.pasqua (4)

  4. Candele.

    Create una composizione di fiori magari di gisofile e cercate qualche ciotolina. Se ne avete più d’una uguale tanto meglio, le vostre decorazioni pasquali saranno più omogenee. Se non le avete sono comunque sufficienti più ciotole larghe, magari scegliete le più vecchie che avete. Riempitele con i vostri fiori, quasi a creare un letto e sistemate le vostre candele a forma di uovo. Decorazioni tavola come queste non possono restare spente, l’atmosfera sarà unica.

  5. Candelabri.

    La decorazione pasquale in tavola con i candelabri è un qualcosa di più sofisticato. Le candele accese danno un tocco più importante e solenne ma qualora vogliate tenerli senza eccedere, perché non metterci sopra le uova colorate a mano dai bambini o quelle al cioccolato?

  6. Pizzi e merletti.

    Le uova colorate a tinta unita (colori chiarissimi e senza eccessi) impreziosite con pizzi e merletti sono una decorazione tavola poco impegnativa. Occorre solamente cercare tutti gli avanzi nel vostro cesto del cucito. Una goccia di colla alle estremità e il gioco è fatto. E se volete che i vostri ospiti siano partecipi del vostro lavoro mettete un uovo in ogni piatto, sopra il tovagliolo, lo guarderanno con interesse e la voglia di portarlo via sarà fortissima!pasqua (10)

  7. Ramoscelli d’ulivo.

    Qui la tavola è decorata in modo veramente semplice. E’ certo che le decorazioni pasquali dovrebbero essere sempre così, semplici e molto simboliche, ma molte volte si vuole variare e fare qualcosa di allegro e spiritoso. Qui serve solamente un pò di manualità e qualche ramoscello d’ulivo. Uno in ogni posto tavola. Sceglietelo e fermatelo con un fiocco di rafia al tovagliolo. Un semplice centrotavola fatto da una bella candela e circondata da una coroncina fitta di foglie d’ulivo.pasqua (12)

  8. Tavola country (o shabby).

    La tovaglia chiara o preferibilmente ecrù non può mancare in questa tavola pasquale, piatti e tovaglioli avorio sarebbero da preferire. Conservate i contenitori in cartoncino utilizzati per le uova fresche vi possono aiutare per contenere i gusci d’uovo svuotati con attenzione, riempiti con fiorellini e foglie di stagione. Piccole uova di quaglia danno quel tocco naturale e soft che una tavola come questa deve avere.pasqua (6)

  9. Posto tavola personalizzato.

    E’ forse il più ovvio per decorare una tavola pasquale e nelle decorazioni tavola in genere. Il segnaposto con il nome dell’ospite. Comunque anche questa decorazione particolare deve essere fatta con attenzione … Un nome scritto in modo carino e leggibile, un uovo bianco è più elegante di uno tradizionale, se poi riusciamo ad adagiare l’uovo sopra una coroncina intrecciata, allora abbiamo raggiunto veramente il massimo!pasqua (11)

  10. Decorazioni pasquali con i fiori.

    Decorare la tavola con i fiori è un’idea che colpisce sempre. I tulipani sono perfetti ma qualunque altro fiore con colori tenui è comunque adatto. Piccoli centrotavola in vetro, semplici, possono contenerli senza occupare troppo spazio in una tavola di dimensioni normali. Riuscire ad abbinare anche il tovagliolo ai fiori sarebbe una nota particolarmente raffinata, o almeno un fiocchetto. La tovaglia è preferibile chiara per non interferire con le colorazioni già presenti.

 


Condividici su:
facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedintumblrmail