Dress My Table - smacchaire una tovaglia - macchia di sugo

Come smacchiare una tovaglia

Le tecniche per smacchiare la tovaglia sono tante, alcune sono efficaci  e danno subito dei risultati tangibili. Altri metodi sono utili per attenuare l’effetto delle macchie sulle tovaglie e sui tovaglioli facilitando il lavaggio a mano e in lavatrice evitando di ripeterlo troppe volte senza garanzia di eliminare tutti gli aloni.

I metodi per smacchiare la tovaglia dal vino e dai sughi con prodotti naturali e con l’utilizzo minimo di detersivi e smacchiatori, è senz’altro da preferire, ma spesso è necessario intervenire in modo più aggressivo per rendere la tovaglia e i tovaglioli riutilizzabili senza aloni. E’ bene provarle tutte, senza sfregare o rovinare il tessuto, questo renderebbe vani i tentativi perché la macchia sulla tovaglia potrebbe anche scomparire, ma resterebbe sicuramente l’usura del tessuto causata dallo sfregamento.

Smacchiare una tovaglia in tessuto

Tamponare subito la macchia di vino
Tamponare subito la macchia

La prima regola è sicuramente tamponare subito facendo in modo che la macchia sulla tovaglia in tessuto sia circoscritta. Quindi agire prontamente senza aspettare che la macchia si allarghi, perché più è ampia l’area della tovaglia su cui intervenire e maggiore sarà l’utilizzo di prodotti da utilizzare.  Fare in modo di assorbire la maggior parte di prodotto (liquido e non) mettendo degli strati di carta assorbente sotto la tovaglia e sopra tamponando energicamente. L’azione di assorbimento della macchia sarà decisamente efficace. Evitare di sfregare energicamente con panni e spugnette abrasive. Questo provoca semplicemente un logoramento della trama della tovaglia, sia che si tratti di tovaglia in lino sia che si tratti di tovaglia in tessuto cotone o panama.

Smacchiare una tovaglia dal vino rosso

Quando la tovaglia presenta una macchia di vino rosso, pur cercando di agire subito, il rimedio non può essere unico. Qui di seguito alcuni suggerimenti per intervenire, insieme alle azioni immediate già citate nel paragrafo precedente:

Dress My Table - Smacchiare la tovaglia in tessuto col sale
Smacchiare la tovaglia col sale
  1. Sale: Sistemare la tovaglia sopra un contenitore vuoto tipo insalatiera o pentola cercando di tenderla il più possibile. Prendere una discreta dose di sale fino, adeguata all’ampiezza della superficie della tovaglia da smacchiare, facendovi aiutare versate una buona quantità di acqua calda. Non rovente ma sufficientemente calda perchè questa non farebbe altro che fissare ulteriormente la macchia nel tessuto. L’operazione può essere ripetuta anche due volte.
  2. Percarbonato di sodio: immergere la parte della tovaglia macchiata in acqua tiepida tenendo conto del tipo di tessuto sul quale stiamo lavorando e non dimenticando di verificare le etichette applicate nella tovaglia stessa. Versare una dose di prodotto in acqua tiepida (solitamente 20 grammi/litro), l’azione dell’ossigeno attivo aiuta smacchiare i tessuti più chiari. Lasciare agire in ammollo per circa 3 ore.
  3. Sapone di marsiglia: immergere la zona della tovaglia macchiata in acqua (anche fredda) strofinare con delicatezza il sapone di marsiglia e agire anche con le mani direttamente sulla macchia.  Risciacquare e insaponare nuovamente. Lasciar agire per circa 4 ore.  Risciacquare nuovamente.

Smacchiare una tovaglia dal sugo

Le tovaglie macchiate dal sugo, insieme alle macchie causate dal vino sono le più difficili e ostinate. Il potere del sugo, di macchiare in modo indelebile i tessuti, è molto forte. Le tovaglie con tessuti sintetici, se non si agisce subito, sono sicuramente le più difficili da smacchiare. Le tovaglie di buona qualità hanno decisamente più chance di essere recuperate anche con metodi semplici. Ma il segreto è agire subito. Spesso agire subito (non sempre è possibile) ci consente di limitare i danni o di porvi subito rimedio. Ecco alcuni suggerimenti:

  1. Borotalco: coprire la macchia facendo in modo di assorbire la parte di sugo e agire con un pò di acqua e detersivo per i piatti.
  2. Detersivo piatti: il potere sgrassante di questo prodotto è forte. Bisogna agire con le mani sopra e sotto la macchia, evitando di sfregare in modo troppo forte sul tessuto. Ripetere l’operazione fin quando la macchia si attenua.
  3. Acqua ossigenata: spruzzare nella macchia e strofinare sia sopra che sotto facendo in modo che possa agire in ogni punto della macchia. Risciacquare e ripetere l’operazione sino ad eliminazione completa.

Smacchiare le tovaglie resinate: facile e veloce

Dress My Table - Tovaglie resinate e cerate in resina
Tovaglia resinata resistente alle macchie e idrorepellente

In pranzi e cene importanti è certamente consigliato l’utilizzo di una tovaglia con un tessuto particolare e d’effetto. Questo spesso contrasta con quello che effettivamente succede durante il pasto perché piccole macchie di sugo, unto e macchie di vino sono la normalità durante i pasti. Non possiamo fare nulla, se non pensare a tamponare la macchia, anche se spesso non si può agire subito. La nostra bella tovaglia in lino o la tovaglia in cotone panama potrebbe essere compromessa. Può capitare! L’alternativa sono le tovaglie resinate. Queste sono una ottima soluzione. Non parliamo delle tovaglie in pvc con effetto plastica (materiale freddo e industriale) con disegni e decori floreali stampati, ma di una resina protettiva che ci consente di percepire il tessuto evitando che qualsiasi liquido o cibo possa penetrare, preservando sia la nostra tovaglia che il nostro tavolo.

Sottotovaglia in pvc

Altro rimedio consigliato, se non si vuole rinunciare alla tovaglia in tessuto, sono i sottotovaglia protettivi in pvc. Certo non proteggono la tovaglia dalle macchie, ma vi consentono perlomeno di salvare e conservare bene il vostro tavolo. Il suggerimento è di scegliere colori in tinta con la tovaglia che utilizzerete per apparecchiare. Se la tovaglia è bianca bisogna evitare di mettere sotto una tovaglia in pvc con decori floreali (si vedrebbero).

 

 


Condividici su:
facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedintumblrmail

Lascia una risposta