Posate nella taschina del tovagliolo

Come piegare un tovagliolo in una tavola elegante

La piegatura di un tovagliolo in stoffa.

Nella tavola avere un tovagliolo perfetto è un completamento decisivo, lo è ancora di più quando si tratta di apparecchiare una tavola elegante. Questo perché si tratta di un elemento, la cui presentazione cambia totalmente la presentazione della tavola. Insomma la preparazione e la piegatura dei tovaglioli è una piccola arte che rende ogni tavola unica.

Piegare un tovagliolo in base alla tavola.

Nel momento in cui prepariamo la tavola, decidiamo il livello di formalità o informalità che vogliamo dare. Se riteniamo che la tavola sia elegante ma anche formale, sono bandite le piegature dei tovaglioli con le forme più artistiche. Cigni, fiori, cravatte e tutte le altre forme sono per questa occasione da evitare, perché il pranzo o la cena elegante potrebbe richiedere una mise en place sobria. In altre occasioni, sempre valutando attentamente, possiamo comunque proporre qualche piegatura particolare del tovagliolo che si abbini al tema della serata, al centrotavola o alla stagione. E’ essenziale tenere presente  quali sono i colori della tovaglia o i colori che dominano la tavola (piatti e bicchieri compresi) eviteremo senz’altro di creare confusione. Il tovagliolo piegato in modo troppo estroso o fuori tema penalizzerebbe la tavola anziché esaltarla. Un piccolo oggetto e un fiocchetto in tessuto possono aiutarvi

Alcuni esempi di come piegare e dare fome al tovaglilo

Piegare un tovagliolo per una tavola elegante.

I modi classici per piegare il tovagliolo e presentarlo in una tavola elegante iniziano come sempre dalla preparazione, cioè stirarlo perfettamente prima di piegarlo, assicurarci che non ci siano pieghe visibili.

  1. Piegarlo in diagonale a creare il classico triangolo.
  2. Piegarlo semplicemente creando un rettangolo; ossia piegare in due il tovagliolo e poi piegarlo in tre parti seguendo la sequenza: lato sinistro piegato verso l’interno, lato destro piegato verso l’interno. Girare il tovagliolo sottosopra nascondendo le parti piegate (e gli orli a vista) lasciando la parte “pulita” verso l’alto.
  3. Un’altra possibilità è quella di piegare il tovagliolo in modo tale da tenere a vista, facendo in modo che risulti al centro, uno degli orli. Questo essendo a vista crea una piccola taschina che sarà utile per inserire il menù, le posate o un cartoncino con un messaggio personalizzato per l’ospite. Di seguito la sequenza per effettuare la piegatura.
    Piegare il tovagliolo in 2 parti
    Piegare il tovagliolo in 2 parti
    Piegare la parte alta del tovagliolo verso il basso
    Piegare la parte alta del tovagliolo verso il basso
    Mettere sottosopra il tovagliolo
    Mettere sottosopra il tovagliolo
    Piegare il tovagliolo verso sinistra
    Piegare il tovagliolo verso sinistra
    Piegare nuovamente il tovagliolo verso sinistra
    Piegare nuovamente il tovagliolo verso sinistra
    Fiori nella taschina creata nel tovagliolo.
    Fiori nella taschina creata nel tovagliolo
    Posate nella taschina ricavata nel tovagliolo
    Posate nella taschina ricavata nel tovagliolo

    Dobbiamo ricordare che ogni tovagliolo normalmente, deve essere collocato nel lato sinistro del piatto, dopo le posate. Ma se scegliamo di piegarlo, rompendo gli schemi, può essere collocato anche sul piatto. Trattandosi di tavola elegante la piegatura deve essere sicuramente d’impatto ma comunque sobria, precisa. Questo deve corrispondere anche nella scelta dei dettagli da associare al tovagliolo (cartoncini, fiori, fiocchetti e piccoli oggetti di rifinitura).

 

 


Condividici su:
facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedintumblrmail

Lascia una risposta